Associazioni con cui collaboriamo

Altre associazioni e centri per la disabilità

 

Associazioni con cui collaboriamo

Innovit attuando il proprio statuto fornisce contributi nel settore tecnico-scientifico (norme tecnico scientifiche quali le corrette pratiche per la tutela dei dati, creazione del sito internet, ...) ad alcune associazioni di utilità sociale. Inoltre attraverso i propri progetti collabora con istituti superiori dell'area torinese.

ANDVS 

Associazione Novese Donatori Volontari Sangue.
L'associazione di volontariato dell'area di Novi Ligure (AL) che conta oltre 1700 soci, è il referente principale della zona per i donatori di sangue. Appartiene al gruppo nazionale Fidas. La nostra associazione condividendo pienamente gli obiettivi di ANDVS offre, gratuitamente, consulenza tecnico scientifica, il sito internet www.andvs.org e la sua gestione. Il Presidente di Innovit, Piero Scotto, è stato eletto nel consiglio direttivo di ANDVS nell'ultime elezioni del 20 aprile 2010.

 

 


CasaOz, associazione senza fini di lucro, nasce dalla condivisione di attese e riflessioni di un gruppo di persone che hanno scelto di mettersi a disposizione delle famiglie in cui vi sia un bambino malato. A fronte della diagnosi di una malattia infantile, nasce nella famiglia un profondo senso di smarrimento aggravato dalla complessità di percorsi terapeutici e burocratici.
CasaOz, si propone di promuovere l’elaborazione di una nuova “normalità” per il bambino e per la sua famiglia, offrendo un supporto professionalmente qualificato che garantisca l’accudimento, l’ascolto, l’accoglienza, la “coccola”.
Il servizio viene concepito in modo tale da raggiungere ed essere raggiunto da tutti coloro che ne abbiano necessità, indipendentemente dalla diagnosi che li accompagna. A tal fine CasaOz intesse una rete di relazioni con le strutture sanitarie o associative già esistenti allo scopo di cooperare al superamento della solitudine ingenerata dalla malattia, integrare l’accudimento e agevolare la comunicazione fra le famiglie e gli enti che hanno in carico il bambino.

L'associazione Innovit fornisce consulenza tecnico scientifica gratuita, in particolare per quanto concerne la normativa sulla "privacy"

 

Una finestra su Brandizzo
L'Associazione “Una finestra su Brandizzo” è un'associazione di volontariato costituitasi ufficialmente nel marzo 2010 che si adopera per effettuare interventi tendenti a prevenire i danni provocati dalla solitudine e dall’emarginazione, mediante prestazioni e servizi di solidarietà, personalizzati e collettivi, finalizzati a migliorare la qualità della vita delle persone anziane e disabili e a predisporre ed attuare progetti che utilizzino l’esperienza, la professionalità e la disponibilità di tutte le persone sensibili al problema, con lo scopo di evitare, o almeno ritardare, gli inserimenti negli istituti per anziani. La nostra associazione condividendo pienamente gli obiettivi dell'associazione di Brandizzo (TO) offre, gratuitamente, consulenza tecnico scientifica, il sito internet www.unafinestrasubrandizzo.org e la sua gestione.

Altre associazioni e centri per la disabilità

 

Di.To. Disabilità a Torino
Di.To è dedicato alle famiglie con bambini disabili in età compresa fra zero e dieci anni.

Centro Regionale di documentazione non vedenti
Via Nizza, 151 10126 TORINO  Telefono: 011 442 89 75 Fax:011 442 89 64
e-mail: centrononvedenti@comune.torino.it
Orario di apertura: da lunedì a giovedì ore 9,30 – 12,30/14,00 – 16,00 venerdì ore 9,30 – 14,00. E’ possibile concordare un orario diverso.
Fonte: http://www.comune.torino.it/formazioneescuola/guida/h_d/crdv.htm
Il Centro Regionale di documentazione non vedenti della Città di Torino è un servizio pubblico a carattere educativo, rivolto a tutti i cittadini ciechi e ipovedenti e alle loro famiglie e a tutti coloro che hanno interesse, a vario titolo, a conoscere e approfondire le tematiche connesse alla cecità.
Alle scuole, in particolare, il Centro offre, su richiesta, supporto per l’integrazione scolastica degli alunni con disabilità visiva tramite consulenze agli insegnanti per la stesura del PEI e la programmazione di percorsi educativo-didattici specifici, fornitura di testi e materiali didattici ed osservazioni dirette degli alunni. A questo proposito si sottolinea che la richiesta per la fornitura dei testi scolastici a caratteri Braille e ingranditi deve avvenire entro il 31 marzo di ogni anno.
Promuove corsi di formazione e aggiornamento per docenti ed operatori del settore. Inoltre, collabora con le strutture pubbliche e private presenti sul territorio per ottenere interventi riabilitativi integrati.
 

Centro di documentazione sulla sordità
Via De Stefanis, 20 (trasferiti a partire da fine ottobre 2009 in via Trana 3/A tel. 011 4431543) –10146 Torino Telefono: 011 220.50.88 Fax: 011 226.11.46
e-mail: cdaudiolesi@comune.torino.it 
Orario di apertura: da lunedì a venerdì ore 8,30 - 14,00. Si riceve su appuntamento
Il Centro di documentazione sulla sordità della Città di Torino è un servizio pubblico a carattere educativo, rivolto a tutti i cittadini sordi e alle loro famiglie e a tutti coloro che hanno interesse, a vario titolo, a conoscere e approfondire le tematiche connesse alla sordità.
Alle scuole, in particolare, il Centro offre, su richiesta, informazioni sulle problematiche riguardanti la sordità e la sordocecità, supporto per l’integrazione scolastica degli alunni sordi tramite consulenze agli insegnanti per la stesura del PEI e la programmazione di percorsi educativo-didattici specifici; fornisce testi e materiali didattici ed osservazioni dirette degli alunni ed attiva laboratori specifici; offre bibliografie e consultazione di testi, riviste e normative. Promuove corsi di formazione e aggiornamento per docenti ed operatori del settore.
Inoltre, collabora con le strutture pubbliche e private presenti sul territorio per ottenere interventi riabilitativi integrati.
Entrambi i Centri di documentazione lavorano in raccordo all’Ufficio Disabili Sensoriali, che gestisce un servizio più direttamente rivolto alle famiglie, per realizzare un intervento unitario sul progetto di vita del bambino.

[Fonte: http://www.comune.torino.it/formazioneescuola/guida/h_d/cds.htm]

Servizio per disabili sensoriali
Via Trana 3 –Torino, recentemente trasferiti da via Bazzi
Telefono: 011 4431541/01 4431544 (sig.ra Rosanna Mano)
e-mail: rosanna.mano@comune.torino.it
Orario di apertura da lunedì a venerdì ore 8,30 - 14,00. Si riceve su appuntamento.

DESTINATARI
- minori con sordità grave (deficit compreso tra 65 dB e 85 dB per le frequenze 500 - 1000 - 2000 Hz) e gravissima (deficit oltre 85 dB);
- minori con deficit uditivo inferiore ai 65 dB ma con patologie di tipo degenerativo
- minori ciechi totali e parziali con un residuo visivo non superiore a 1/20 in entrambi gli occhi o nell’occhio migliore
- minori ipovedenti gravi con un residuo visivo non superiore a 1/10 in entrambi gli occhi o nell’occhio migliore
- minori ipovedenti con un residuo visivo superiore se ci sono fattori che limitano di molto l’autonomia della persona (es. ridotta ampiezza del campo visivo) oppure quando la patologia è sicuramente di tipo degenerativo.
Per un quadro completo andare qui

 

   Home Page